Imparafacile e l’arte virtuale in metrò

Accademia di Brera, Comune di Milano e ATM unite per l’arte digitale

L’arte virtuale torna protagonista della vita reale milanese, grazie a un’iniziativa promossa dall’Accademia di Belle Arti di Brera, in collaborazione con ATM ed il Dipartimento Indaco del Politecnico di Milano, che aveva avuto la sua prima sperimentazione nel luglio scorso e ora si avvia verso una produzione più strutturata.

Il progetto è nato in seno al Master di secondo livello denominato MIND (Milan Network for Design), attivato nell’aprile scorso dall’Accademia di Belle Arti milanese, sotto la direzione del prof. Ezio Cuoghi. Si tratta di un corso di formazione che ha l’obiettivo di formare nuove figure professionali capaci di progettare interventi artistici, culturali e di servizio, negli ambiti e negli spazi relazionali di una città, coniugando le competenze sulle nuove tecnologie alla progettualità estetica e artistica dei nuovi linguaggi. Di qui l’attenzione dei docenti, primo fra tutti il responsabile informatico Bruno Aliprandi, verso i mondi virtuali, con le loro potenzialità sia a livello artistico che didattico e organizzativo. E così già nel luglio scorso alcune opere di corsisti erano state proiettate nella metropolitana milanese, accanto a opere di “artisti puramente virtuali” (Prajna Seetan e Christian Rexie), molto noti all’interno della piattaforma di SecondLife e particolarmente creativi nell’utilizzo di questo mezzo espressivo.

Dopo questa prima fase più sperimentale e in sordina, ora Brera torna a guardare verso SecondLife con un progetto più articolato che prevederà uno spazio dedicato ai corsisti all’interno del Metaverso, ove possano lavorare ed esporre le proprie opere, che saranno poi diffuse tramite i video della Metrò milanese nelle stazioni di Porta Venezia e Porta Garibaldi. Referente SecondLife del progetto è Giovanni Dalla Bona (aka Imparafacile Runo in Second Life), formatore che usa da tempo questo mezzo per scopi didattici e di divulgazione culturale. Suo è lo spazio messo a disposizione dell’Accademia, per il quale ha fatto realizzare dall’artista virtuale Merlino Mayo una struttura di grande impatto ispirata proprio alla collaborazione con Brera, deonominata “Concordia 2.0”.

E saranno proprio foto relative a questa struttura ad aprire la nuova tornata di contenuti che potremo visionare sugli schermi delle stazioni ATM, accanto a altre serie di foto e di video tratti da una grande manifestazione organizzata nel Metaverso il 25 novembre scorso. In quella data, infatti, diverse gallerie virtuali di Second Life, hanno voluto unire la loro voce al coro di solidarietà generale alzatosi durante la Giornata Internazionale contro la violenza sulla donna. L’evento, denominato 2LEI, ha visto dieci istallazioni artistiche organizzate per l’occasione, che ora saranno visibili sugli schermi della metro attraverso le foto degli artisti coinvolti o i video delle istallazioni immersive realizzate.

In questa prima fase ci saranno le foto dell’artista Gianmario Masala, per il gruppo Arte Libera e la collettiva di vari fotografi del Metaverso proposta per il gruppo 2LifePhotos.

Locandina della mostra virtuale di Gianmario Masala “Ritratti di Donna”

Seguiranno i video realizzati da Nakoto Exonar per i gruppi Tanalois, Salimar, WDT Planet, PAD, SL Art, CSW Island, The Knot. Referente di Imparafacile Runo per il mondo artistico di SecondLife è la gallerista Simba Schumann.

Per Informazioni sul progetto:

Imparafacile Runo (imparafacile.runo@gmail.com)

Simba Schumann (simonasimba@gmail.com)

Per la sede dell’Accademia di Brera in Second Life:

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s